+39.02.890.52.694

Consolle Carlo Rava Anni 50

Cerchi Consolle Carlo Rava Anni 50? Consulta il nostro catalogo nel Menu e sfoglia fra i prodotti disponibili in questo momento.

Oppure Chiamaci al numero +39.02.890.52.694 per chiederci informazioni 



Carlo Enrico Rava ha avuto un ruolo centrale nella storia dell'architettura e del desgin italiano. Definito il "motore" del gruppo 7, nel 1926, insieme a 6 colleghi razionalisti crea il movimento con l'intenzione di fondare una nuova architettura basata sulla logica e sulla razionalità. Due anni dopo diventa membro fondatore del CIAM, congresso internazionale di architettura moderna. Nel corso della sua carriera Rava è stato un attivo designer di mobili e di arredi di interni; caratteristica distintiva dei disegni Rava, era il rifiuto di aderire ai principi della moda o dello stile prevalente, preferendo sempre ritagliarsi la propria strada. Indivuale ed eclettico per natura, i suoi primi esperimenti sulla forma organica e sinuosa e la costruzione dei suoi mobili avranno un un effetto significativo sul lavoro dei suoi successori e contribuiscono a definire quello che è l'emblematico stile italiano post bellico e degli anni 50. Nella prefazione alla monografia "Arredamenti di Rava" Carlo Mollino, suo contemporaneo, scrive: Il suo mondo si articola, come abbiamo detto, in un linguaggio apparentemente tradizionale che si basa su forme molto classiche, che abbiamo imparato nel corso dei secoli a considerare come metafore dell'architettura. Eppure, attraverso suggestive modulazioni e spostamenti dal canone e dal pensiero all'origine di queste forme, siamo trasportati in un sereno regno di contemplazione di qualsiasi tipo di bellezza"civilizzata" quotidiana che il mondo ci ha regalato in passato, denunciando allo stesso tempo ciò che oggi non è in grado di donarci. Non è altro che un modo per sfuggire ai vincoli del tempo perseguendo la semplice bellezza". Esempio museale del linguaggio degli anni 50 di Rava è la consolle che presentiamo in catalogo, dove l'armonia, la sinuosità e la leggerezza della struttura, la proporzione delle linee e l'eleganza dei dettagli dei sabot e del piano in marmo a mezza luna incassato esprimono al meglio il concetto espresso da Mollino. 


Avanguardia Antiquaria è un luogo di ricerca sul tempo: una Galleria e spazio espositivo a Milano per opere d’arte, di antiquariato, modernariato e design del XX secolo.

La Galleria nasce nel 2005 dall'idea di far coabitare, nello stesso ambiente oggetti nati in luoghi e tempi diversi, è infatti uno spazio dove Stefano Vitali affianca alla sua continua ricerca di pezzi di antiquariato, art dèco e vintage design del Novecento, una profonda dedizione all'arte contemporanea, ospitando periodicamente mostre, personali e collettive, di artisti contemporanei; tra i tanti sempre presenti in Galleria le opere di Marcello Chiarenza, Giovanni Cerri, Antonino Negri, Fausto Rossi  e Silvia Levenson. Questo continuo dialogo tra narrazione del passato e ricerca artistica attuale è il fil rouge che ha dato vita all'ossimoro "Avanguardia Antiquaria".

All'eclettico spazio espositivo si affianca inoltre il laboratorio di conservazione e restauro di mobili antichi, dipinti, ceramiche e dorature che Stefano Vitali segue con altrettanza attenzione e precisione, operando da più di 25 anni nel settore. 

 

“Non ci sono bei pensieri senza belle forme, e viceversa.”      

(G. Flaubert)        

 

 
Alcuni degli oggetti trattati: sedute, poltrone,divani, daybeds, tavoli , tavolini , lampade, applique, piantane, lampadari, armadi, sideboard, consolle, scrivanie, specchiere, complementi, cornici
Siamo specializzati in: Vintage, Antiquariato, Modernariato, Design, Design Milano, Interiors, Interior Design, Restauro, Midcentury Furniture, Arte Contemporanea

Epoche: ANNI 20 - ANNI 30 - ANNI 40 - ANNI 50 - ANNI 60 - ANNI 70 - ANNI 80
Aziende / Marchi: Feal, Cassina, Formanova, Acerbis, Bernini, Tecno, Poltrona Frau, Herman Miller, Flos, Lumi, Stilnovo, Fontana Arte, Stilux, Luxo, Philips, Arredoluce, O-Luce