+39.02.890.52.694

Lampade Jacques Adnet Anni 30 / 40 /50

Cerchi Lampade Jacques Adnet Anni 30 / 40 /50? Consulta il nostro catalogo nel Menu e sfoglia fra i prodotti disponibili in questo momento.

Oppure Chiamaci al numero +39.02.890.52.694 per chiederci informazioni 



Jacques Adnet (Châtillon-Coligny, 20 aprile 1900 – 29 ottobre 1984) fu pittore, architetto e designer francese che si autodefinì "innovativo e classico; sostenitore di una tradizione che guarda verso il futuro." Anche associato per lo più con lo stile Art Déco, l'impegno di Adnet verso principi funzionalisti e la sua propensione per forme ridotte, fanno rientrare il suo lavoro anche sotto lo stile modernista. Altri termini stilistici usati per descrivere il lavoro di Adnet sono "moderno streamline" e "macchinismo". Jaxques Adnet è considerato uno dei maggiori geni del design all'avanguardia del Novecento. Insieme a suo fratello gemello Jean, Adnet studia all'École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs a Parigi, a partire dal 1916. Dopo la Prima guerra mondiale, all'inizio degli anni '20, i fratelli lavorano insieme per Maurice Dufrène a La Maitrise, il laboratorio dei grandi magazzini Les Galeries Lafayette. Allo stesso tempo, aprono il loro studio di design, JJ Adnet. Nel 1925, JJ Adnet presenta pezzi di arredamento ed illuminazione all'Exposition Internationale des Arts Décoratifs et Industriels Modernes , lo storico evento in cui nacque il termine Art Déco, e la carriera dei fratelli comincia a decollare. L'anno successivo, gli viene commissionato il disegno della salle commune del transatlantico Ile-de-France. Nel 1927, le strade dei fratelli si dividono: Jean diventa direttore artistico a Les Galeries Lafayette; Jaques invece è responsabile del design per Süe et Mare’s Compagnie des Arts Français (CAF) - posizione che manterrà, ricevendo grandi lodi, fino al 1959. Durante gli anni da CAF, Adnet riunisce intorno a lui un team di artisti, ceramisti, artigiani del rame, e designer, che condividono approcci simili; collaborazioni degne di nota includono Francis Jourdain, Georges Jouve, Serge Mouille, Alexandre Noll, e Charlotte Perriand. Negli anni '30, il lavoro di Jaques assume caratteristiche sempre più moderniste, tra cui l'uso di acciaio tubolare, forme leggere, e decorazioni minimal, anche se continua ad utilizzare materiali di lusso come palissandro ed ottone.Questa combinazione di materiali caratterrizzano i lavori di Jacques Adnet, soprattutto nel campo dell'illuminazione. Le lampade moderniste degli anni 30 e 40, come la 407, lampada da tavolo a calotta emisferica e base in tubolare realizzata in metallo cromato o ottone, evidenziano l'aspetto funzionale combinato con la semplicità geometrica, accostato alla qualità del materiale. Altro pezzo di design di Jacques Adnet degno di nota è la famosa lampada Quadro VII (1929), che viene prodotta in Italia solo alla fine del XX secolo. Nel 1948, Adnet diventa presidente de Le Salon des Artistes Décorateurs; ed alla fine degli anni '40, comincia un rapporto lungo una decade con Hermès, disegnando arredamento di lusso ed in pelle. La pelle è tra i materiali prediletti da Adnet, e il suo uso nei complementi d'arredo e di illuminazione caratterizza i prodotti e specialmente le lampade del designer negli anni 40 e 50.  Esempio di questa tipo di manifattura è l'elegante lampada in pelle rossa, presente nel nostro archivio. Proponiamo inoltre in catalogo una ricercata lampada da parete degli anni 50 di Adnet, la lampada a braccio che presenta le indiscusse qualità di manifattura e di scelta di materiale tipiche del lavoro del designer francese. 


Avanguardia Antiquaria è un luogo di ricerca sul tempo: una Galleria e spazio espositivo a Milano per opere d’arte, di antiquariato, modernariato e design del XX secolo.

La Galleria nasce nel 2005 dall'idea di far coabitare, nello stesso ambiente oggetti nati in luoghi e tempi diversi, è infatti uno spazio dove Stefano Vitali affianca alla sua continua ricerca di pezzi di antiquariato, art dèco e vintage design del Novecento, una profonda dedizione all'arte contemporanea, ospitando periodicamente mostre, personali e collettive, di artisti contemporanei; tra i tanti sempre presenti in Galleria le opere di Marcello Chiarenza, Giovanni Cerri, Antonino Negri, Fausto Rossi  e Silvia Levenson. Questo continuo dialogo tra narrazione del passato e ricerca artistica attuale è il fil rouge che ha dato vita all'ossimoro "Avanguardia Antiquaria".

All'eclettico spazio espositivo si affianca inoltre il laboratorio di conservazione e restauro di mobili antichi, dipinti, ceramiche e dorature che Stefano Vitali segue con altrettanza attenzione e precisione, operando da più di 25 anni nel settore. 

 

“Non ci sono bei pensieri senza belle forme, e viceversa.”      

(G. Flaubert)        

 

 
Alcuni degli oggetti trattati: sedute, poltrone,divani, daybeds, tavoli , tavolini , lampade, applique, piantane, lampadari, armadi, sideboard, consolle, scrivanie, specchiere, complementi, cornici
Siamo specializzati in: Vintage, Antiquariato, Modernariato, Design, Design Milano, Interiors, Interior Design, Restauro, Midcentury Furniture, Arte Contemporanea

Epoche: ANNI 20 - ANNI 30 - ANNI 40 - ANNI 50 - ANNI 60 - ANNI 70 - ANNI 80
Aziende / Marchi: Feal, Cassina, Formanova, Acerbis, Bernini, Tecno, Poltrona Frau, Herman Miller, Flos, Lumi, Stilnovo, Fontana Arte, Stilux, Luxo, Philips, Arredoluce, O-Luce